130407823

Come (e quando) cambiare banca: i consigli da non perdere

Scopriamo qual è la procedura da seguire per cambiare banca, quando conviene effettuare questa operazione e quali fattori considerare per scegliere un nuovo conto corrente, tradizionale o online.

Come cambiare banca: la procedura

COME FARE – 1) Aprire un nuovo conto > 2) Richiedere alla nuova banca il Trasferimento delle somme e delle domiciliazioni RID dal vecchio al nuovo conto > 3) Chiudere il vecchio conto corrente

Qualsiasi sia il motivo che spinge a cambiare banca (ad esempio per ottenere un mutuo con tasso migliore o un conto corrente con condizioni più vantaggiose), la procedura da seguire è univoca.

Innanzitutto è necessario aprire un nuovo conto corrente e solo in un secondo momento bisogna comunicare alla vecchia banca l’intenzione di trasferire il proprio conto corrente e/o di cessare tutti i rapporti che si intrattengono con essa.

La comunicazione per la chiusura del vecchio conto deve essere inviata per mezzo di una raccomandata con ricevuta di ritorno, in modo da avere un riscontro in caso di eventuali problemi. Nel caso in cui si intrattenga un rapporto di fiducia con il personale della banca, è consigliato anticipare l’intenzione di cambiare banca, eventualmente specificandone il motivo principale (se ne esiste uno).

Una volta ricevuta la comunicazione, la banca potrebbe richiedere il pagamento di una somma per la chiusura del conto. Utilizziamo il condizionale, in quanto non tutti i conti correnti prevedono il pagamento di una tariffa per la chisura del conto, ma ciò varia da banca a banca e da contratto a contratto.

Visto che nel frattempo è già stato aperto un altro conto corrente, è bene comunicarne gli estremi alla banca di provenienza in modo che essa possa effettuare il trasferimento di eventuali somme presenti sul conto. Per quanto riguarda tutte le operazioni che vengono effettuate sul conto corrente, come il deposito di stipendi, pensioni o gli addebiti in automatico, è compito del titolare del conto corrente comunicare a chi emette o riceve questo tipo di pagamenti gli estremi del nuovo conto.

La banca, tranne in alcuni casi previsti da contratti specifici, non si occupa infatti di tutto ciò che riguarda il trasferimento di un conto corrente e degli addebiti o accrediti inerenti.

I costi per il trasferimento

Il trasferimento del conto corrente deve essere completamente gratuito come stabilito dalla legge.  Per la chiusura del conto, invece, in funzione dell’istituto e dei servizi attivi può essere richiesto un pagamento.

Come cambiare banca online

Nel caso in cui si desideri cambiare il proprio conto corrente per passare ad una banca online, o il passaggio avvenga da una banca che opera esclusivamente in internet, la procedura da seguire non è diversa rispetto a quanto già descritto nel paragrafo precedente. Per le comunicazioni relative al cambio di conto corrente è possibile contattare il servizio clienti tramite i canali previsti dalla banca e chiedere a quale indirizzo devono essere inviate le comunicazioni a riguardo. È possibile che alcune banche online prevedano procedure interne diverse, con la messa a disposizione di moduli dedicati accessibili direttamente dal sito internet della banca stessa.

Un conto corrente online non è diverso da un conto corrente tradizionale, e per questo motivo è sempre possibile cambiare banca passando da o a un conto corrente online. Ciò vale anche per i costi di chiusura del conto, non applicati da tutte le banche. Per avere informazioni specifiche sulla presenza di questa voce di spesa è necessario fare riferimento al proprio contratto sottoscritto; nel caso in cui questo non sia reperibile, è consigliato contattare la banca per ricevere copia dello stesso o avere informazioni specifiche sugli eventuali costi applicati.

Quando conviene cambiare banca?

Cambiare banca non è un’operazione molto complessa. Tuttavia è bene valutare se e quando convenga davvero cambiare il proprio istituto bancario di riferimento. Uno dei fattori da considerare è la qualità e la quantità di servizi offerti dalla propria banca. Quando questi diventano insoddisfacenti, per modifiche da parte della banca o per altre motivazioni che non dipendono da essa, è consigliato quindi considerare conti correnti o servizi bancari che offrano un numero di servizi maggiore o che possano garantire una maggiore qualità negli stessi.

Un altro fattore fondamentale per il cambio della banca è tutto ciò che riguarda il conto corrente. Se ci si rende conto ad esempio che il canone mensile applicato è elevato o che i servizi a pagamento influiscono in maniera importante sul costo del conto corrente, è consigliato prendere in considerazione altri conti correnti, anche online, con condizioni più vantaggiose. Si faccia attenzione alla scelta del conto corrente, in quanto condizioni vantaggiose per qualcuno potrebbero non esserlo per altri.

Una volta individuate le proprie esigenze, e valutato con attenzione quanto di alternativo al proprio conto corrente possa offrire la banca di riferimento, è consigliato confrontare tra loro le offerte delle banche concorrenti, in modo da individuare il conto o ci conti correnti più adatti.

Quali fattori considerare per la scelta del nuovo conto corrente

Una volta presa la decisione di cambiare banca, è bene trovare un conto corrente più conveniente rispetto a quello posseduto in precedenza. I fattori da considerare sono molti (per la descrizione dettagliata rimandiamo alla scheda sulla scelta del conto corrente). Tuttavia si prendano in considerazione soprattutto i seguenti aspetti:

Per quanto riguarda il costo di tenuta del conto corrente, questo di solito ha cadenza mensile o annuale. Non manca tuttavia una buona offerta di conti a zero spese, dove di solito sono inclusi tutti i servizi essenziali ( e molto spesso anche servizi aggiuntivi più complessi). Nel caso in cui il conto non includa nel costo tutti i servizi del quale si ha bisogno (il caso più tipico è la mancanza di una carta di credito), è bene considerare quanto questo servizio aggiuntivo influenzerà il costo totale annuo del conto corrente.

Anche la valutazione di tutti i servizi che ruotano intorno ad un conto corrente è essenziale. Tra questi andrebbero considerati in forma prioritaria: la diffusione degli sportelli ATM (bancomat) sul territorio, soprattutto nel caso in cui le operazioni di prelievo da altre banche siano a pagamento, l’accessibilità dei servizi per il conto corrente online, come sito ed applicazioni ed eventuali servizi usufruibili presso le filiali (se presenti).

Anche le promozioni periodiche dovrebbero essere tenute in considerazione prima di cambiare banca e conto corrente, in quanto molto spesso le banche online o tradizionali effettuano operazioni dedicate ai nuovi clienti, con omaggi fisici o servizi aggiuntivi omaggio per il proprio conto corrente.