Carta Prepagata Aziendale

Le ricaricabili non sono prodotti destinati solamente ai soggetti privati, e una carta prepagata aziendale può diventare uno strumento utile per pagare e per farsi pagare.

Le carte prepagate aziendali sono ovviamente di diversi tipi, e a seconda della persona, fisica o giuridica, che dovrà utilizzarle, potranno avere formule differenti.

Conoscerle vi consentirà, quindi, di aprirvi ad un nuovo sistema di pagamento, che potrebbe essere davvero vantaggioso per voi e anche per la vostra azienda.

Carta prepagata aziendale, chi le può usare

Esistono diversi tipi di carte prepagate aziendali: quelle che si adattano a chi abbia una partita IVA, quelle che sono, invece, intestabili alle persone giuridiche, come le associazioni e anche le società.

Proprio variando quella che la tipologia di carte di credito prepagate aziendali sarà possibile vederne un utilizzo differenziato.

Si può, quindi, dire che esistano:

  • Carte prepagate aziendali adatte ai liberi professionisti, come un commercialista, un freelance e così via;
  • Carte di credito prepagate aziendali che si possono intestare direttamente ad una persona giuridica, come ad un’azienda vera e propria, ma anche ad un’associazione.

Le prime potranno essere usate anche da chi abbia una semplice partita IVA e le carte prepagate aziendali con Iban potranno essere utilizzate non solo per pagare, ma anche per ricevere pagamenti da parte di terzi.

Le seconde si potranno utilizzare, ad esempio, per pagare le spese aziendali, come può accadere nell’acquisto di materiali da ufficio e di altri elementi che possono diventare strumentali rispetto all’attività associativa o d’impresa.

I vantaggi delle carte prepagate aziendali

La carta prepagata aziendale può comportare moltissimi vantaggi per chi decida di sottoscriverla.

Tra questi si ricordano sicuramente i seguenti:

  • Sicurezza: le prepagate per partite IVA, e le altre carte aziendali, saranno sicure da utilizzare e non comporteranno molti problemi neppure in caso di furto o smarrimento, in quanto potrete “rischiare” solamente l’ammontare che sia stato ricaricato su di esse;
  • Semplicità: potrete gestirle in modo davvero facile ed immediato, sia a livello di accredito del denaro, sia per i pagamenti. Lo stesso accade per la contabilità, che sarà molto semplice da implementare;
  • Immediatezza: la carta prepagata aziendale sarà uno strumento che potrete consegnare, ad esempio, a dipendenti e collaboratori anche nel caso in cui non vi sia stata una “Formazione” precedente. Potrete, ad esempio, caricare su di essa il denaro necessario per una trasferta di lavoro senza problemi;
  • Trasparenza e controllo: non si verificheranno più problemi nell’utilizzo dei fondi comuni e aziendali. Potrete sempre controllare che la carta sia stata utilizzata nel modo giusto, e potrete avere sotto gli occhi il suo estratto conto in tempo reale.

Cosa controllare prima di richiedere una carta prepagata aziendale

Non tutte le carte prepagate per professionisti sono uguali, e prima di sottoscrivere il contratto che le riguardi dovrete controllare alcuni elementi.

Tra questi saranno sicuramente importanti i costi di apertura e gestione, che dovranno essere valutati per ogni tipo di proposta.

Alcune carte, infatti, possono avere canoni mensili e costi per ogni singola operazione, mentre altre no.