Conti correnti che rendono: esistono davvero?

La domanda del titolo è semplice e complessa al tempo stesso. Semplice perché riporta uno degli interrogativi che molte persone si pongono di fronte alla scelta di un conto corrente. Complessa perché la riposta è affermativa, ma esistono diversi fattori a cui prestare attenzione.

Il rendimento possibile sui conti correnti

Partiamo però dalla risposta al quesito del titolo: sì, esistono conti correnti che rendono. Dimenticate però rendite stratosferiche sulle cifre depositate, perché questo scenario è quanto di più lontano dalla realtà si possa immaginare. Tuttavia ottenere un rendimento dai conti correnti è possibile grazie ai conti deposito, un particolare tipo di conto corrente che riconosce un interesse attivo sulle somme depositate.

Quanto rendono davvero?

La sola cifra dell’interesse attivo da sola non spiega però quale sia l’effettivo rendimento del conto corrente, per due fattori.
Innanzitutto spesso la cifra che appare sui siti e sul materiale informativo indica il rendimento lordo, che in quanto tale è superiore alla percentuale utilizzata per l’effettivo calcolo degli interessi. Questo non significa però che il conto corrente non possa portare ad un rendimento.

Il secondo fattore a cui prestare attenzione è il rapporto tra rendimento del conto e costo dello stesso; potrebbe accadere che un conto corrente di deposito abbia un costo annuo più elevato di altri conti correnti; in questo modo la tariffa per il mantenimento del conto stesso potrebbe ridurre il rendimento netto effettivo.

Conto corrente di deposito: da cosa dipende il rendimento?

Come abbiamo avuto modo di illustrare nella scheda relativa al calcolo degli interessi su un conto corrente, il rendimento viene calcolato utilizzando non solo la percentuale del tasso di interesse attivo, ma anche la somma depositata ed il tempo. L’interesse riconosciuto è proporzionale alle somme depositate, cioè maggiori sono queste somme e maggiore sarà l’interesse effettivo. Per ottenere un alto rendimento è quindi necessario che le somme depositate siano piuttosto importanti, anche se di fatto qualsiasi somma dà luogo ad un rendimento periodico.

Tasso di interesse e promozioni

Nella ricerca del conto corrente che rende di più si tenga infine presente che alcune banche, per incentivare l’apertura del conto corrente, offrono tassi attivi più elevati per un periodo limitato di tempo o per somme superiori ad una certa soglia. Questo fattore non andrebbe trascurato, in quanto, anche se per un periodo ridotto, spesso è possibile usufruire di tassi di interesse attivi anche interessanti. Discorso analogo vale per la somma minima richiesta per il deposito; nel caso in cui non si necessiti nell’immediato di questa somma, un conto corrente di deposito potrebbe essere un prodotto da considerare per ottenere un rendimento dal proprio capitale.