Conto corrente per famiglie: come sceglierlo?

Esistono dei conti correnti pensati per le necessità delle famiglie? Quali sono le caratteristiche di questo tipo di conto, i suoi costi e i servizi offerti? Scopriamolo con questa guida.

Un conto corrente per la famiglia è un prodotto pensato per rispondere alle esigenze di gestione dei risparmi, delle entrate e delle spese di una famiglia media. La maggioranza delle banche online e tradizionali ha un prodotto di questo tipo, in quanto le famiglie sono una delle tipologie di clienti più frequenti per una banca.

Le caratteristiche e i servizi di un conto per famiglie

I conti per famiglie online o gestibili tramite le filiali bancarie sono caratterizzati dalla semplicità di utilizzo e dalla presenza di tutti i servizi in media più utilizzati da un utente medio. Di solito questo tipo di conto corrente include la possibilità di accreditare lo stipendio e di pagare le rate di un eventuale mutuo. Non mancano inoltre i servizi più comuni, come il prelievo tramite carta bancomat, la ricezione e l’invio di bonifici, così come la possibilità di sottoscrivere eventuali carte di credito. A volte questo servizio è fornito ad una tariffa aggiuntiva rispetto al canone richiesto per il conto.

Alcuni istituti bancari includono nel conto corrente per famiglie la presenza di più carte di pagamento collegate al conto stesso. In questo modo il cliente ha la possibilità di utilizzare due bancomat contemporaneamente.Un altra caratteristica piuttosto comune nei conti correnti per famiglie è il riconoscimento degli interessi attivi sulle somme depositate. La percentuale dell’interesse riconosciuto varia da banca a banca, con cifre del tutto variabili.

Il costo di un conto corrente per famiglie

I conti correnti per famiglie sono prodotti bancari piuttosto semplici, e per questo motivo non è raro trovare conti a zero spese o con canoni mensili di pochi euro. Di norma all’aumentare dei servizi cresce anche il canone mensile o periodico richiesto, ma non mancano eccezioni, con prodotti bancari più complessi offerti a prezzi concorrenziali.Nel caso di un conto corrente a zero spese (ma il discorso vale anche per i conti tutto incluso) è sempre bene prestare attenzione alle eventuali spese non incluse nel canone, come potrebbero essere ad esempio i prelievi effettuati su sportelli bancari diversi da quello della propria banca, i prelievi all’estero o il superamento del numero di operazioni previste nel mese.

Nonostante esitano conti correnti pensati nello specifico per le famiglie, nulla vieta alla famiglia di scegliere un altro tipo di conto corrente nel caso in cui si individuino conti correnti più convenienti. Un consiglio utile per la gestione dei risparmi famigliari è quello di verificare periodicamente le condizioni del conto e controllare se sul mercato siano presenti conti correnti più convenienti, in quanto sia le necessità famigliari sia l’offerta bancaria possono mutare nel tempo.Ricordiamo infine che anche per i conti correnti è possibile decidere di passare ad un conto corrente diverso della stessa banca o di un altro istituto bancario, seguendo la procedura descritta nel dettaglio nella guida dedicata.