Conto corrente più conveniente: come trovarlo?

Risparmiare è una missione difficile, ma non impossibile, anche quando si ha a che fare con conti correnti e prodotti bancari. La grande varietà di istituti di credito e di conti correnti permette infatti di poter scegliere e confrontare moltissimi conti correnti diversi tra loro. Come fare però per trovare il conto più conveniente, senza perdersi nel mare di offerte presenti online ed offline? Scopriamolo con l’aiuto di alcuni semplici consigli.

Individuare le proprie necessità

Il primo passo per trovare il conto corrente più conveniente è capire le proprie necessità reali. Esistono infatti conti correnti più o meno convenienti in generale, ma non è possibile indicare il conto più vantaggioso per tutti. Se si aggiunge che l’offerta di conti e di nuovi prodotti cambia in continuazione, così come le promozioni previste per l’apertura dei nuovi conti, si capisce come non sia possibile parlare di conti correnti convenienti in assoluto, ma del conto che conviene ad ognuno di noi nello specifico momento nel quale lo si decide di aprire.

Chi già possiede un conto corrente, potrebbe considerare (magari scrivendoli), quali sono i servizi utilizzati, quali quelli di cui non ha bisogno e quali quelli che generano i costi maggiori. Questa operazione è molto utile soprattutto per quanto riguarda i conti correnti tutto compreso, che spesso offrono sì molti servizi, ma richiedono il pagamento di un canone mensile o annuale piuttosto elevato.

Come confrontare i conti

Una volta comprese le proprie esigenze, è possibile passare alla ricerca vera e propria del conto corrente più conveniente. Si tenga presente che anche chi possiede già un conto corrente potrebbe trarre vantaggio dal confronto di altri prodotti, in quanto potrebbe trovare condizioni migliori rispetto al conto corrente attivo.

Visitare il maggior numero possibile di filiali

Il primo metodo possibile per questa operazione è recarsi nel maggior numero di filiali per parlare con i consulenti finanziari ed individuare il conto più conveniente presso ogni istituto di credito. Questa modalità di scelta ha il vantaggio di poter conoscere il personale della banca con la quale si intratterrà un rapporto, ma hai dei costi in termini di tempo davvero elevati. Inoltre confrontare tra loro le offerte ricevute potrebbe essere difficile, in quanto ogni banca utilizza moduli propri per le offerte relative ai conti correnti bancari. In aggiunta in questo modo si esclude dalla possibilità di scelta (e di possibile risparmio) una larga fetta di istituti bancari, cioè quelli presenti esclusivamente online.

Confrontare le offerte sui conti correnti online

La seconda modalità di confronto tra conti correnti vantaggiosi è più semplice e meno dispendiosa in termini di tempo. Consiste nel visitare il maggior numero possibile di siti internet degli istituti bancari, per avere una panoramica completa delle offerte sui conti correnti.

In questo senso sono molto utili i comparatori online, che permettono di trovare i conti correnti più convenienti in base ai parametri inseriti dall’utente, un po’ come avviene con i siti per il confronto delle assicurazioni sui veicoli. Con questa modalità è possibile confrontare tra loro decine di conti correnti, senza muoversi da casa e risparmiando tempo in misura notevole.

Inoltre la comparazione online permette di prendere in considerazione anche le offerte presenti solo in rete, che molte banche offrono per soddisfare la richiesta sempre maggiore da parte dei clienti verso questa tipologia di conto corrente.

I costi a cui fare attenzione per trovare il conto più conveniente

Per trovare il conto corrente più conveniente è bene considerare in primo luogo la tipologia di operazioni che si effettuano con maggior frequenza, come abbiamo avuto modo di spiegare in precedenza. In linea di massima comunque è consigliato prendere in considerazione soprattutto alcuni aspetti. Il primo parametro da tenere presente è il costo per l’invio di bonifici (anche online), una voce che presenta molte differenze da un conto corrente all’altro. Discorso analogo vale anche per i prelievi, soprattutto se effettuati presso sportelli ATM esteri o di altre filiali. Infatti questo parametro potrebbe essere decisivo nell’individuare il conto corrente più conveniente, soprattutto se si effettuano molte operazioni, o se la banca in questione ha pochi sportelli per il prelievo sul territorio.

Anche il costo delle eventuali operazioni da effettuare in filiale deve essere preso in considerazione. Infatti un conto corrente conveniente (o addirittura a zero spese), potrebbe non rivelarsi tale per i costi connessi a questo tipo di operazioni, il cui costo varia da conto a conto. In alcuni casi la necessità di recarsi spesso in una filiale potrebbe addirittura arrivare a compromettere la convenienza del conto corrente stesso.

Anche il capitolo riguardante le modalità di chiusura di un conto corrente e le spese relative potrebbe essere importante per trovare il conto più conveniente, nonostante spesso questo aspetto venga trascurato da chi cerca il risparmio nei prodotti bancari.

Gli omaggi per l’apertura di un nuovo conto corrente

La concorrenza sempre più agguerrita tra le banche ha fatto sì che molte di esse adottino uno strumento di marketing gradito dai clienti: le promozioni. Nel valutare quale conto bancario sia più conveniente anche gli omaggi per l’apertura di un nuovo conto potrebbero essere il parametro che fa la differenza.

Infatti alcuni istituti di credito offrono regali come ad esempio prodotti hi-tech o buoni acquisto all’apertura di un conto corrente. Non mancano inoltre banche che all’apertura del conto offrono pacchetti gratuiti di operazioni o azzerano il canone previsto per un determinato periodo di tempo, rendendo quindi i propri conti correnti più vantaggiosi rispetto a quelli della concorrenza.

Conti a zero spese: sono i più convenienti?

Un discorso a parte meritano i conti a zero spese (o a canone zero) che all’apparenza potrebbero apparire come i conti correnti bancari più convenienti. La particolarità di questo tipo di conti rende necessaria un approfondimento specifico (per il quale rimandiamo alla scheda dedicata). Anticipiamo solo che le spese a zero promesse, spesso non si rivelano tali o sono comunque connesse alla mancanza di un rendimento per il conto corrente in questione.