Conto corrente postale o bancario?

Quando si sceglie un nuovo conto corrente, la scelta ricade spesso sugli istituti bancari tradizionali o online. Tuttavia anche Poste Italiane da tempo ha iniziato a proporre veri e propri conti correnti, con caratteristiche del tutto simili a quelle di un conto corrente bancario. Quando è conveniente scegliere un conto corrente postale e quando invece conviene un conto bancario?e quali sono le differenze?

I conto correnti postali sono conti correnti in tutto e per tutto paragonabili a quelli offerti da un istituto bancario. In questo senso potremmo quindi affermare che un conto corrente postale potrebbe essere considerato un’alternativa ad ogni tipo di conto corrente bancario. In realtà la scelta di un conto corrente postale può essere effettuata solo da coloro che trovano nell’offerta delle poste una risposta alle proprie esigenze. Spieghiamo bene questo punto.

Conti postali: per tutti, a patto che…

Dicevamo che i conti correnti postali sono una scelta per tutti. In realtà l’offerta di Poste Italiane per i conti correnti è piuttosto limitata, e presenta pochi conti tra i quali scegliere. Preferire un conto postale significa quindi avere una possibilità di scelta molto ridotta, che tuttavia in alcuni casi si potrebbe rivelare conveniente. I conti postali, come del resto tutti conti correnti bancari, sono soggetti a modifiche periodiche per le quali non è possibile descrivere in assoluto le caratteristiche dei conti proposti.

Al momento in cui scriviamo ad ogni modo, i conti correnti postali disponibili offrono la maggior parte dei servizi che in genere si utilizzano più di frequente, come ad esempio carta bancomat, prelievi, depositi, accredito di pensione o di stipendio, bonifici e carte di credito. In particolare Poste Italiane offre anche la possibilità di avere un conto corrente a zero spese, con un numero di funzionalità ed operazioni molto elevate.

Quale scegliere?

A questo punto è lecito quindi chiedersi se sia conveniente utilizzare un conto corrente postale al posto di uno bancario. La risposta dipende dall’utilizzatore. A nostro parere la scelta non dovrebbe essere però tra un conto postale o uno bancario, ma dovrebbe considerare i conti correnti postali al pari degli altri conti correnti.

In questo modo, dopo un confronto attento delle caratteristiche dei conti e delle proprie esigenze, è possibile scegliere il conto più conveniente, che a seconda del profilo dell’utilizzatore potrebbe essere un conto bancario o postale.

Conto correnti postali: risposte ad alcuni dubbi comuni

Nella scelta di un conto corrente postale alcune persone potrebbero avere dubbi sulle possibilità di utilizzo di questo tipo di conto corrente. Uno dei dubbi più comuni è la possibilità di prelievo e di effettuare operazioni sul territorio nazionale. L’apertura di un conto corrente postale non ne limita l’utilizzo alla filiale di apertura, ma ne consente l’uso in tutti gli sportelli postali abilitati ai servizi bancari, con una rete capillare presente su tutto il territorio nazionale.

Un ulteriore dubbio sollevato da chi vorrebbe scegliere un conto corrente postale riguarda l’utilizzo delle carte di pagamento Bancomat e delle carte di credito. L’uso delle carte non è diverso da quello delle carte legate ai conti correnti bancari. Ne consegue che le carte legate a un conto corrente postale possono essere utilizzate nello stesso modo delle carte emesse dalle banche, senza limiti di utilizzo. Inoltre la diffusa presenza dei Postamat, gli sportelli ATM del gruppo, rende molto facile trovare un punto di prelievo senza dover sostenere costi aggiuntivi per il prelievo da uno sportello diverso rispetto a quello della propria banca, una spesa con la quale molti correntisti sono costretti a fare i conti.

Per quanto riguarda la sicurezza delle somme custodite in un conto corrente postale e delle Poste ingenerale, è d’obbligo precisare che la stabilità delle Poste e la loro sicurezza è paragonabile a quella degli altri istituti bancari. Per questo la scelta di un conto corrente postale o di un conto bancario non dovrebbe essere determinata dalla considerazione di questo parametro. Anche i costi del conto corrente postale sono una delle questioni che viene sollevata spesso nei dubbi sulla scelta. Al momento Poste italiano offre un conto corrente gratuito, che include tutti i servizi utilizzati solitamente nella gestione del conto corrente. In alternativa al conto gratuito, è sempre presente un conto che prevede il pagamento di un canone mensile, del tutto simile come costi alle offerte delle banche per i conto correnti di tipo standard.

Per tutte le informazioni aggiornate sui conti correnti postali disponibili, consigliamo di rivolgersi ad uno degli uffici postali presenti sul territorio nazionale, verificandone gli orari ed i giorni di apertura sul sito del gruppo. A questo proposito si tenga presente che gli orari di apertura prolungata di molti uffici postali potrebbero rappresentare un vantaggio rispetto a quelli osservati dalla maggioranza delle banche tradizionali.