Conti correnti senza spese: come orientarsi nella scelta?

Dopo aver cercato a lungo il conto corrente più conveniente avete deciso che un conto corrente senza spese, cioè senza canone e imposte di bollo, sia il prodotto che fa per voi. Molti istituti di credito offrono questo tipo di prodotto: come scegliere quindi il più conveniente?

Conto corrente senza spese: l’affidabilità della banca

Escluso il capitolo dei costi del conto corrente, quali sono i parametri che possono essere presi in considerazione per trovare il conto corrente senza spese migliore?Il primo parametro che dovrebbe essere preso in considerazione è l’affidabilità dell’istituto di credito. Nonostante si possa affermare che la totalità degli istituti di credito che operano nel nostro paese siano giudicati come affidabili, è pur sempre vero che esistono differenze anche tra un istituto di credito e l’altro.

Il parametro dell’affidabilità dovrebbe essere tenuto in grande considerazione nel caso si decida di scegliere un conto corrente a zero spese offerto da una banca estera poco nota o da una banca che opera solo online, così come per tutti i conti aperti all’estero. Da questo punto di vista una aiuto può venire dal rating, una sorta di punteggio assegnato dalle agenzie finanziarie internazionali che si occupano di valutare la stabilità di aziende, stati, enti e istituti bancari. In linea di massima si tenga presente che un giudizio A indica un istituto di credito molto affidabile, mentre la lettera D è attribuita a quelli con il grado di affidabilità minore. Il giudizio di solito è espresso con una serie di lettere, affiancate talvolta dai segni + e -.

I servizi dei conti correnti senza imposta di bollo

Un altro parametro molto importante da valutare nella scelta di un conto corrente senza bollo o senza spese è la quantità dei servizi offerti dalla banca.

In particolare è consigliato scegliere un conto corrente che sia gestibile anche online (quasi tutte le banche sono orientate verso questo parametro), possibilmente anche con un app dedicata, scaricabile per ogni tipo di dispositivo. La semplicità di utilizzo delle app e dei siti dedicati ai clienti purtroppo è difficile da valutare a priori, anche per il continuo aggiornamento che applicazioni e siti web subiscono.
Un aspetto spesso non considerato da chi sceglie un nuovo conto corrente senza canone o con canone, è l’assistenza clienti. I parametri che andrebbero presi in considerazione per questo aspetto specifico sono:

  • numero verde: verificare che il numero sia accessibile anche dai cellulari. Un grande numero di chiamate a pagamento potrebbe compromettere infatti il rispamio ottenuto con un conto a zero spese;
  • orario assistenza: sarebbe bene scegliere gli istituti bancari che offrono un orario prolungato di assistenza, possibilmente anche al di fuori dei tradizionali orari di ufficio;
  • canali di assistenza: il telefono non dovrebbe essere l’unica modalità di assistenza presente. È preferibile scegliere gli istituti bancari che mettono a disposizione più canali di assistenza, come telefono, chat online dal sito della banca, e-mail dedicate o assistenza immediata tramite i principali social network.

Attenzione alle esigenze personali

Abbiamo detto all’inizio che i conti correnti a zero spese non sono tutti uguali. Diverse tra loro sono però anche le esigenze di chi decide di aprire un conto corrente! Oltre a considerare i parametri generali descritti in precedenza, per la scelta del migliore conto corrente a zero spese è anche indispensabile prendere in considerazione le proprie esigenze specifiche. Alcune persone infatti potrebbero essere attratte da un conto a zero spese, senza considerare con attenzione cioè che la banca offre o ciò che non è invece compreso nel servizio.

Alcuni conti infatti non comprendono servizi per molti ritenuti essenziali, come la carta di credito, offrendoli con costi aggiuntivi.Alcune tipologie di conto a zero spese inoltre prevedono solo servizi basilari e potrebbero quindi non essere adatti a chi ha necessità più articolate, come la possibilità di avere un conto corrente per il trading (cioè che offra la possibilità di operare sui mercati finanziari) o ancora di accedere a fidi, prestiti o a altri tipi di prodotti finanziari.

Un altro aspetto da tenere in considerazione nella ricerca del migliore conto senza spese è anche il rendimento offerto dal conto stesso. La tendenza degli istituti di credito è quella di non riconoscere un tasso sulle somme depositate per i conti che vengono offerti a zero spese. Nonostante questo esistono alcune banche che operano in controtendenza, offrendo al possibilità di ottenere tassi di rendimento paragonabili a quelli dei conti correnti tradizionali.

Un ultimo parametro da considerare (ma solo dopo aver valutato con attenzione i precedenti) è la presenza di altri vantaggi per l’apertura di un nuovo conto. Infatti non è raro che le banche offrano servizi in promozione o regali di diverso tipo (come buoni benzina, buoni per lo shopping o prodotti tecnologici) per incentivare l’apertura di un nuovo conto corrente.