Conto trading: guida completa

Alcuni istituti bancari e broker offrono ai propri clienti la possibilità di effettuare trading, ma cosa si intende con questo termine e quali servizi dovrebbe offrire un conto di trading?

Cos’è il trading?

Effettuare operazioni di trading, significa operare sui mercati finanziari nazionali o internazionali. Gli strumenti che possono essere utilizzati nel trading sono moltissimi; i più noti sono i titoli azionari, ma sono moltissimi gli strumenti diversi sui quali è possibile operare, come ad esempio indici, CFD, obbligazioni, futures o valute. Se fino a qualche anno fa le operazioni di trading avvenivano in filiale o al telefono, l’avvento e la diffusione sempre più capillare di internet hanno fatto sì che prendesse piede il trading online, cioè la possibilità di effettuare operazioni di trading tramite internet, senza l’obbligo di orari (salvo per gli orari di scambio previsti da ogni mercato) o di luogo nel quale operare.

Conto di trading online: cosa offre il mercato?

La diffusione del trading online ha fatto sì che le banche creassero un numero sempre maggiore di prodotti destinati ai trader, compresi i conti di trading online. Nella maggior parte dei casi, il conto trading è destinato esclusivamente alle operazioni finanziarie ed al trasferimento di somme di denaro da e verso un altro conto corrente.

Tuttavia non mancano anche nel panorama italiano alcune banche che affiancano ad un conto corrente di tipo standard la funzionalità trading, con conti che anche se non possono essere definiti esclusivamente conti trading, offrono una possibilità in più all’utilizzatore. Non tutti gli istituti bancari offrono però anche un conto trading; di solito questa possibilità è data dalle decine di broker, italiani o esteri, autorizzati ad operare sul territorio nazionale. Si tenga infatti presente che un conto di trading online, per essere utilizzato in Italia, deve ricevere l’autorizzazione della Consob, la Commissiona Nazionale per le Società e la Borsa.

I servizi ed i costi dei conti di trading

Per individuare il miglior conto di trading online è necessario partire dai servizi che esso offre. Ogni trader infatti potrebbe avere esigenze diverse in fatto di conti di trading, e per questo motivo è consigliato confrontare e valutare con attenzione più conti di trading.
Tra le caratteristiche che si consiglia di prendere in considerazione per trovare il migliore conto di trading per le proprie esigenze il primo fattore è la disponibilità dei mercati e degli strumenti offerti dal broker che fornisce il conto trading. Un altro aspetto da valutare è la presenza di un deposito minimo richiesto per l’apertura del conto. Si tenga presente che l’apertura di un conto trading potrebbe non avere costi iniziali o arrivare anche a qualche centinaio di euro (per i conti base).

Importante è valutare anche se il conto di trading comprenda o meno l’utilizzo di una piattaforma di trading. In caso contrario il trader dovrà considerare anche il possibile prezzo di utilizzo di una piattaforma. Molto spesso i broker che offrono conti di trading mettono a disposizione piattaforme e app dedicate, per effettuare le operazioni di trading ovunque ci si trovi.

Nella comparazione dei conti di trading un importante capitolo è dato dalla commissioni applicate per le operazioni, il cui costo dipende soprattutto dal tipo di strumento utilizzato e dal numero di operazioni generate in un determinato periodo di tempo. Infatti alcuni broker applicano ai conti trading commissioni degressive, che diminuiscono cioè all’aumentare del numero di operazioni effettuate.
Spesso il conto di trading online permette di usufruire anche di servizi aggiuntivi, come ad esempio la ricezione delle quotazioni in tempo reale di un determinato prodotto finanziario. Questo tipo di potrebbe essere soggetto a dei costi aggiuntivi, ancora una volta variabili a seconda del broker e del tipo di segnale ricevuto.

Molti conti trading offrono invece servizi addizionali gratuiti, ancora una volta variabili da broker a borker. Da prendere in considerazione sono sicuramente i servizi di tipo formativo, che possono variare da documenti ed ebook, fino ad incontri individuali o collettivi dal vivo o tramite seminari online. Nella maggior parte dei casi, questi servizi sono compresi nel prezzo del conto trading, e si possono rivelare molto utili a prescindere dal grado di conoscenza dei mercati di chi decide di aprire un conto trading.

La comparazione dei conti trading potrebbe rivelarsi più complessa rispetto alla scelta di un conto corrente tradizionale, in quanto spesso reperire tute le informazioni del caso non è immediato, soprattutto per quanto riguarda il capitolo delle commissioni applicate alle operazioni di trading. Oltre a confrontare i conti di diversi broker, consigliamo infine di confrontare tra loro anchei conti per trader offerti da uno stesso broker. Di norma infatti chi si occupa di fornire servizi di trading online mette a disposizione conti di trading diversi, con caratteristiche diverse a seconda del profilo del trader e delle somme depositate.