Promozioni sui conti correnti: come orientarsi

Pensate per qualche secondo a quante banche diverse conoscete: in meno di un minuto ve ne verranno in mente almeno una decina. La presenza degli istituti bancari in effetti è capillare anche nel nostro paese e se si aggiungono le banche che operano anche o esclusivamente online, si capisce come la concorrenza possa essere davvero agguerrita. Ecco spiegato il motivo che spinge anche le banche ad utilizzare uno degli strumenti di marketing più noti: le offerte, applicate anche ai conti correnti.

Le promozioni per l’apertura di un conto corrente

Le banche adottano moltissime strategie per incentivare l’apertura di un nuovo conto corrente. Per quanto riguarda le promozioni potremmo dividerle in tre categorie: gli omaggi, le promozioni vere e proprie e le offerte dei partner commerciali della banca.

Gli omaggi

Gli istituti di credito molto di frequente offrono un omaggio a chi apre un nuovo conto corrente. Dimenticate però i vecchi omaggi dati dalle filiali negli anni scorsi. Infatti gli omaggi più gettonati al momento sembrano essere prodotti tecnologici e buoni acquisto, come ad esempio buoni per gli acquisti online o buoni benzina. Questo tipo di promozioni da parte delle banche rendono molto allettante l’apertura di un conto od il trasferimento del proprio conto corrente ad una nuova banca. In ogni caso è bene non farsi attirare solo dalla promozione, ma considerare a fondo l’offerta complessiva del conto corrente, come vedremo in seguito.

Le promozioni sul conto corrente

Un secondo tipo di strumento utilizzato per incentivare l’apertura di nuovi conti è quello delle promozioni sul conto corrente stesso. Una delle più diffuse è il riconoscimento di un tasso di interesse più alto rispetto allo standard sui conti correnti. Questo tasso si applica di solito alle somme depositate per un certo periodo di tempo, mentre in altri casi è richiesto che il deposito non scenda sotto ad una cifra limite per un periodo di tempo anche prolungato.Molto frequente tra le offerte per l’apertura di un nuovo conto è anche una riduzione del canone periodico da corrispondere per la tenuta del conto corrente, così come non di rado vengono offerte operazioni bancarie gratuite per un dato periodo di tempo.Questa tipologia di offerta di solito è vantaggiosa per il cliente, ma prima di sottoscrivere il contratto è bene capire come si modificherà l’offerta all’applicazione delle normali condizioni contrattuali.

Le offerte dei partner della banca

Alcune banche per attirare un numero maggiore di clienti, mettono a disposizione offerte commerciali con partner selezionati, che di solito prevedono sconti dedicati ai clienti della banca stessa. Le offerte sono di diverso tipo, e vanno dagli sconti sugli acquisti online presso un determinato negozio, fino alla riduzione del canone per abbonamenti TV o per le polizze auto. In questi casi di solito la promozione è estesa nel tempo e permette di avere un vantaggio che non ha la durata limitata data di solito dalle altre tipologie di omaggi. Anche se può rappresentare un vantaggio,questo tipo di offerta sul conto non dovrebbe però essere l’unico parametro che spinge a scegliere un conto corrente piuttosto che un altro.

Come confrontare promozioni ed offerte?

L’obiettivo principale di offerte e promozioni è quello di attirare i clienti, facendo in modo che un conto corrente sembri il più vantaggioso sul mercato. La scelta d’impulso è però il modo meno corretto per valutare un conto corrente in quanto potrebbe non far considerare fattori che vanno oltre le offerte sul conto stesso.

Partiamo dagli omaggi. Ricevere un oggetto tecnologico è sicuramente un regalo gradito da tutte le persone, ma a meno che si tratti di un prodotto dall’elevato valore di mercato, la convenienza della scelta potrebbe non essere così vantaggiosa. Prima di scegliere un conto che offre questo tipo di omaggio, è bene pensare se il vantaggio ottenuto sia proporzionale ai costi che si devono sostenere per il conto corrente. Se ad esempio si riceve un omaggio che vale 100 euro, ma il conto ne costerà altrettanto in un anno, sarebbe opportuno valutare conti più convenienti, ma senza omaggio, in quanto il costo del conto rimarrà anche per gli anni successivi a quello dell’apertura.

Lo stesso discorso può essere fatto per le promozioni sul conto corrente. Nonostante alcune di esse siano davvero allettanti, come ad esempio il riconoscimento di un tasso di interesse elevato, solitamente hanno una durata temporale limitata (ad esempio tre mesi). Trascorso questo periodo di tempo l’offerta della banca scade, e si torna ad usufruire delle condizioni standard previste dal contratto.
Scegliere il conto corrente con l’offerta migliore potrebbe quindi apparire complesso. Per scegliere il conto migliore consigliamo innanzitutto di non avere fretta e di non farsi attirare solo da promozioni ed omaggi.

In secondo luogo è consigliato confrontare tra loro molti conti correnti che corrispondano alle esigenze del risparmiatore. Solo dopo aver individuato tre o quattro conti vantaggiosi per le proprie esigenze si possono prendere in considerazione gli eventuali omaggi, che dovrebbero comportare un valore aggiunto per il conto stesso, e non invece portarci a scegliere conti poco vantaggiosi alla scadenza della promozione.

Quanto detto fino ad ora non vuole però significare che tutte le offerte nascondano condizioni meno vantaggiose, una volta terminato il periodo promozionale.
Esistono sul mercato conti correnti convenienti che offrono promozioni solo per emergere dal mare di promozioni che gli istituti bancari offrono. Come sempre, il consiglio più semplice a utilizzare è quello già ribadito sopra: confrontare tra loro le condizioni, utilizzando anche strumenti utili come i comparatori online, e non fermarsi alla prima offerta di conto corrente, sia online sia di tipo tradizionale.Si tenga presente infine che il conto corrente può essere cambiato in ogni momento, con la procedura che trovate descritta nella scheda dedicata alla chiusura di un conto corrente.