Qual è il migliore conto corrente?

Rispondere alla domanda su quale sia il migliore conto corrente per tutti i risparmiatori è piuttosto complesso. Precisiamo innanzitutto che non esiste un conto corrente migliore in assoluto, ma esiste invece il conto migliore per ogni persona, in quanto ognuno ha esigenze diverse che possono variare anche in base all’età o alla professione svolta.

I conti correnti pensati per il profilo personale

Per aiutare le persone nella scelta del conto corrente migliore, le banche hanno creato conti correnti sempre più specifici, tarati sulle esigenze medie di una data categoria di persone. La distinzione principale che possiamo individuare è quella tra conti per privati e conti per professionisti ed aziende.

I conti correnti per privati

Per individuare qual è il conto migliore per un privato, è possibile fare riferimento ai prodotti specifici studiati dalle banche in base alle esigenze più comuni delle persone. Una prima tipologia di conto corrente è quella pensata per i ragazzi minorenni, con prodotti che talvolta si differenziano ulteriormente in base all’età, con conti correnti per ragazzi al di sotto dei 12 o dei 14 anni. Un altro tipo di conto corrente molto comune è quello dedicato ai giovani, dove però il limite di età varia a seconda dell’istituto bancario (dai 26 ai 35 anni, a seconda del conto corrente).

Una tipologia di conto corrente pensata per coniugare convenienza e servizi è quella del conto famiglia, con servizi variabili ma che di norma rispondono alle esigenze della famiglia media, con ad esempio a presenza di una o più carte di pagamento, la possibilità di accreditare lo stipendio, gli addebiti delle utenze e costi ridotti per la tenuta del conto stesso. Un ulteriore tipo di conto corrente basato sul profilo del correntista è dato dai conti per gli anziani, caratterizzati di solito da funzionalità semplici e costi molto ridotti.

I conti correnti per aziende, professionisti ed associazioni

Una seconda macro distinzione in base alla tipologia di correntista è quella che include i conti correnti destinati a professionisti, aziende o associazioni. Ogni istituto bancario ha alcuni prodotti specifici per queste categorie, con in particolare conti correnti pensati per le aziende di piccole e medie dimensioni e differenziati rispetto a quelli studiati per le aziende di dimensioni maggiori. Anche i conti correnti per le associazioni sono un prodotto piuttosto presente nel panorama attuale dei conti correnti, con soluzioni mirate per rispondere alle necessità delle diverse realtà dell’associazionismo.

La presenza di conti correnti dedicati ai profili diversi degli utenti non significa però che il correntista sia costretto a scegliere un prodotto pensato nello specifico per il suo caso. In linea di massima possiamo affermare che di solito i conti online sono più convenienti rispetto a quelli tradizionali, e per questo motivo una persona potrebbe trovare un conto più conveniente tra conti online generici piuttosto che tra quelli di tipo tradizionale pensati appositamente per il proprio profilo. Ancora una volta il confronto tra i diversi prodotti bancari è la chiave per trovare i migliore conto corrente tra quelli che rispondono alle esigenze di ogni persona.