Sicurezza e conti online: c’è da fidarsi?

La domanda che fa da titolo a questa guida è quella che molto probabilmente moltissime persone si pongono prima di prendere in considerazione un conto corrente online. Vediamo quindi perché i conti online possono essere giudicati sicuri, analizzando gli aspetti principali dei conti stessi.

L’affidabilità dei conti correnti online è garantita quanto quella dei conti in filiale o che utilizzano entrambe i canali per gestire il conto stesso. Infatti le banche che offrono conti online o che operano esclusivamente in rete sono soggette agli stessi controlli delle altre banche e devono quindi rispettare le norme bancarie in vigore nel nostro paese per poter operare con i clienti italiani.

Inoltre si tenga presente che tutto ciò che avviene all’interno della rete è sottoposto alle stesse leggi nazionali, e che quindi anche eventuali problemi o disservizi da parte delle banche che operano online possono essere gestiti come se si trattasse di banche di tipo tradizionale.
Per quanto riguarda invece i giudizi di rating che permettono di giudicare l’affidabilità degli istituti rimandiamo alla scheda dedicata; si tenga però presente che l’affidabilità di una banca non è influenzata dall’operare online o meno, e che quindi in linea teorica una banca online potrebbe essere anche più affidabile di una di tipo tradizionale.

I pagamenti online e le transazioni bancarie

Un altro dubbio che viene spesso sollevato sulla sicurezza delle banche online è se i pagamenti online siano affidabili. La risposta anche in questo caso è sì. Le banche online, così come le società che si occupano di trasmettere i pagamenti, hanno perfezionato nel tempo i propri sistemi di sicurezza e di trasmissione dei dati, al punto che oggi possiamo considerare sicure tutte le transazioni bancarie. Per ovviare ad eventuali problemi di intercettazione dei dati o di uso dei conti correnti online da parte di terze persone, le banche hanno introdotto sistemi di accesso che incrociano tra loro diversi tipi di controllo. L’esempio più tipico è quello della necessità di digitare più codici per accede al conto bancario, come accade con diverse banche che richiedono, oltre al codice cliente e ad un PIN, anche l’inserimento di un codice temporaneo generato da uno strumento apposito, diverso per ogni cliente della banca.

L’apertura del conto corrente

L’apertura di un conto corrente online non è diversa da quanto è necessario fare per aprire un conto corrente in una filiale bancaria. Il dubbio sulla sicurezza nell’invio della documentazione e dei dati personali non dovrebbe suscitare paure, in quanto la trasmissione dei documenti bancari non avviene in forma diversa rispetto agli invii utilizzati per altre procedure ritenute affidabili, come quelle utilizzate ad esempio dalle assicurazioni online.

La scelta di un conto online non dovrebbe quindi essere messa in discussione dalla sicurezza del conto corrente; ne consegue che tutti i conti online possono essere utilizzati con la stessa tranquillità di un conto di diverso tipo, senza dimenticare la necessità di prendere in considerazione l’affidabilità della banca e la qualità e quantità dei servizi che è in grado di offrire.