Le diverse tipologie di conto corrente

Quando si fa riferimento ad un conto corrente si parla di un prodotto bancario le cui caratteristiche principali sono la possibilità di inviare e ricevere pagamenti di diverso tipo, tramite l’utilizzo di contanti, bonifici o carte di debito e di credito. Tuttavia se questa definizione descrive a grandi linee cosa si intende per conto corrente è pur vero che le banche differenziano questo prodotto in modo sempre più diverso, offrendo tipologie di conto corrente differenti tra loro per caratteristiche e per il tipo di cliente a cui sono destinate. Vediamo quali sono i tipi di conto corrente più diffusi.

Modalità di utilizzo: conti online e tradizionali

La prima distinzione che è possibile fare è quella tra conti correnti online e tradizionali. L’offerta di conti correnti gestibili tramite la filiale bancaria s è affiancata negli anni a prodotti che permettono anche l’utilizzo di sportelli automatici, del telefono e della rete per le operazioni bancarie.
L’avvento della rete ha fatto sì che nascessero inoltre conti correnti online, gestibili cioè interamente tramite un sito internet o con le app dedicate al conto stesso. Questo tipo di conto corrente non necessariamente presuppone l’esistenza di una filiale bancaria di tipo tradizionale, come dimostra il caso delle banche online senza sportelli sul territorio.

Profilo dell’utilizzatore

Una seconda tipologia di conto corrente è quella che potremmo definire come basata sul profilo dell’utilizzatore. Le banche infatti creano un numero sempre maggiore di prodotti con servizi specifici pensati per l’uso medio da parte di una certa categoria. A questo gruppo appartengono i conti per i bambini, con operatività limitata e spesso destinati al solo deposito e prelievo di somme, o i conti per i giovani, dotati di servizi più complessi e disponibili di solito con canone zero o bassissime spese di gestione. Anche gli studenti (universitari o di altro grado) sono tra i profili individuati dalle banche per la creazione di un conto corrente dedicato. Solitamente i conti per studenti affiancano alle funzionalità di base del conto prodotti specifici dedicati allo studio, come ad esempio la possibilità di finanziare i corsi di studi o i libri di testo.

Un altro tipo di conto offerto spesso dagli istituti di credito è il conto corrente per la famiglia, con una gamma di servizi piuttosto ampia e la presenza di più carte di pagamento collegate ad uno stesso conto. Un’ultima tipologia di conto corrente è quella destinata ai pensionati, ai quali di solito vengono dedicati costi con basse spese di gestione e funzioni di base, caratterizzati dalla possibilità di operare principalmente tramite le filiali bancarie.

Conti privati ed aziendali

I tipi di conti bancari descritti nel paragrafo precedente possono essere anche definiti come conti correnti per i privati, per differenziarli rispetto a quelli pensati per imprese e liberi professionisti. A seconda della banca è possibile trovare un’ulteriore suddivisione, con conti diversi a seconda delle dimensioni delle aziende. Questo tipo di conto corrente offre di solito servizi aggiuntivi espressamente pensati per le aziende, come ad esempio gli strumenti per i pagamenti a distanza, linee di credito dedicate ai possessori del conto corrente o prodotti per l’anticipo del credito.

Il costi e ricavi del conto corrente

I conti correnti possono essere catalogati anche in base ai costi ed i ricavi che permettono di ottenere. In questa categoria possiamo quindi includere i conti a zero spese, che non prevedono il versamento di un canone per la loro gestione. Tra questo tipo di prodotto è frequente il caso di conti che includono anche le imposte di bollo, così come conti correnti che prevedono il pagamento di tariffe aggiuntive per l’attivazione o l’utilizzo di servizi opzionali.

Chiudiamo la carrellata delle tipologie di conto corrente con i conti remunerati, che si caratterizzano per il fatto di riconoscere un interesse attivo sulle cifre depositate sul conto corrente. Le categorie descritte in precedenza sono gli esempi più comuni dei tipi di conto corrente bancario che è possibile trovare oggi sul mercato. Tuttavia esistono ulteriori prodotti pensati per esigenze specifiche non inclusi nell’elenco precedente, così come è possibile trovare conti correnti che rientrano in due o più categorie tra quelle descritte in precedenza.

Anche i servizi descritti nelle diverse tipologie sono indicativi; i servizi offerti, così come i canoni e le caratteristiche specifiche del conto corrente variano infatti da prodotto a prodotto ed in base all’istituto bancario di emissione. In caso di ricerca di un conto corrente, consigliamo infine di non fermarsi alla sola categoria di appartenenza (ad esempio ai conti per studenti nel caso si sia studenti), ma di considerare l’offerta dei conti nella sua totalità, in modo da avere una panoramica più completa e maggiori possibilità di confronto che permetteranno di individuare il conto corrente capace di soddisfare le proprie esigenze.