Trasferire il conto corrente in una nuova banca o nella stessa banca: le differenze

Trasferire un conto corrente ad un nuovo istituto bancario o cambiare conto mantenendo banca sono due operazioni molto diverse, che richiedono procedure differenziate.

Quali sono le differenze e le procedure da seguire nei due casi?

Cambiare conto corrente mantenendo la stessa banca

Quando le condizioni applicate al conto corrente non sono più soddisfacenti o si desidera ottenere servizi aggiuntivi non previsti dal proprio conto, una delle possibilità che si potrebbero prendere in considerazione è quella di cambiare conto corrente, scegliendolo tra i prodotti offerti dalla propria banca.

In questo caso di fatto il cliente non cambia banca, ma sottoscrive un nuovo prodotto bancario, chiudendo al contempo il precedente.
Trattandosi di operazioni che avvengono all’interno della stessa banca, di solito è l’istituto bancario ad occuparsi di tutta la procedura del caso. Il cliente dal canto suo non è tenuto ad effettuare alcun tipo di comunicazione, in quanto la sottoscrizione del nuovo conto corrente e la sostituzione del precedente vengono eseguite dall’istituto bancario. Nel solo caso in cui venga modificato anche il numero di conto corrente, sarà compito del titolare dello stesso comunicare i nuovi estremi per gli accrediti (come avviene ad esempio per i bonifici relativi agli stipendi).

Scegliere un nuovo conto corrente mantenendo però la banca di riferimento è una possibilità da prendere in considerazione prima di cambiare conto corrente bancario. Infatti spesso le banche applicano condizioni vantaggiose a chi, già cliente, rischia di passare ad un’altra banca per ottenere migliori condizioni sul conto corrente o sul altri prodotti bancari. Vista la maggiore semplicità dell’operazione rispetto al cambio di banca, suggeriamo di prendere in considerazione tutti i prodotti offerti dalla propria banca prima di passare ad un altro istituto. Si tenga però presente allo stesso tempo che in molti casi il confronto con conti correnti di diversi istituti di credito porta a scoprire conti correnti dalle condizioni vantaggiose.

Trasferire il conto corrente in una nuova banca

Abbiamo descritto in maniera dettagliata nella guida “cambiare banca” la procedura per il passaggio ad un nuovo conto corrente presso un diverso istituto bancario. In questo caso il cliente deve comunicare (in forma scritta) alla propria banca la richiesta di chiusura del conto, chiedendo il trasferimento di eventuali somme presenti presso il nuovo conto corrente. Si tenga presente che tutto ciò che riguarda l’accredito o l’addebito in automatico sul conto deve invece essere gestito dal cliente stesso, che dovrà comunicare a tutti gli interessati gli estremi del nuovo conto corrente.

Alcune banche prevedono la possibilità di effettuare tutte le operazioni di trasferimento, che di solito hanno un costo aggiuntivo per il cliente.
È inoltre possibile che la banca applichi spese di chiusura del conto, secondo le tariffe specificate nel contratto relativo al conto corrente stesso.
Si tenga infine presente che il trasferimento di un conto corrente ad una banca diversa potrebbe richiedere tempistiche più o meno lunghe, a seconda dell’istituto bancario di provenienza, della complessità del conto corrente e del numero di servizi sottoscritti.